BUONA IGIENE ORALE

La placca e il tartaro sono le principali cause di carie, gengiviti e parodontiti ; la loro asportazione periodica e regolare nel tempo assicura il mantenimento di un buono stato di salute del cavo orale, sia dei denti che delle gengive. La carie e la malattia parodontale possono infatti essere combattute efficacemente semplicemente con la sola rimozione sistematica della placca batterica.
E’ bene che già da bambini si imparino le normali manovre di igiene orale domiciliare e si effettuino richiami regolari di rimozione professionale alla poltrona da parte dell’igienista dentale.


Le apparecchiature ortodontiche fisse di per sé non provocano lo sviluppo di carie o infiammazioni gengivali, ma possono rappresentare un ostacolo alla pulizia. I pazienti abituati a mangiare spesso tra i pasti, o poco attenti alla pulizia (soprattutto bambini), o che puliscono in maniera insufficiente devono essere monitorati e motivati frequentemente all’igiene orale. Infatti, se residui di cibo e placca rimangono depositati sulla superficie del denti per lunghi periodi possono dare luogo a decalcificazioni dello smalto o infiammazioni gengivali anche di grave entità.
E’ importante istruire i bambini a lavarsi i denti dopo ogni pasto, ad usare lo spazzolino , il filo interdentale e lo scovolino per pulire anche le superfici interprossimali dei denti, che sono le aree più difficilmente accessibili.

IGIENISTA DENTALE,PREVENZIONE,SBIANCAMENTO

DOMANDE E RISPOSTE

Lo spazzolamento serve a rimuovere i residui di cibo?

NON SOLO. Il primo scopo dell'igiene orale è ostacolare la formazione della placca che è la prima causa di gengivite.

A cosa servono le sigillature o sigillanti?

I sigillanti sono delle specie di vernici fluorate che vengono applicate sui denti ed evitano il formarsi delle carie. Il meccanismo è duplice:

1. sigillano i solchi dei denti eliminando così possibili zone dove i batteri possono annidarsi. Infatti le carie iniziali originano dai solchi dentali difficilmente detergibili.

2. rilasciano fluoro verso la superficie del dente, irrobustendolo.

Il dente appena "nasce" non è infatti completamente "indurito". Lo smalto deve maturare assorbendo calcio dalla saliva. Questo processo lo rende più "duro". Se al posto del calcio aggiungiamo del fluoro il dente aumentare la sua durezza e quindi resistenza verso i batteri. La  carie è una malattia infettiva e quindi anche se abbiamo una struttura più delicata, una buona igiene può ridurre i danni causati dai batteri. Non solo ma se sappiano di avere i denti "più deboli" dobbiamo insistere maggiormente con l'igiene. Una buona igiene può vincere anche sui difetti genetici.


NELL'85-90% DEI CASI L'ORIGINE DELL'ALITOSI E' IN BOCCA.

ECCO 6 REGOLE D'ORO PER ELIMINARE L'ALITOSI

1.  Pianificare: contattare il dentista per eliminare le cause scatenati;

2.  Igiene accurata: se soffriamo di alitosi è importante utilizzare accuratamente spazzolino e      soprattutto il filo interdentale.

3.  Lingua: spazzolare accuratamente la lingua con lo spazzolino. E' la zona maggiormente responsabile.

4.  Evitare la bocca secca: bere molta acqua o stimolare la salivazione con gomma da masticare.

5. Cibo: fare un'abbondante colazione, aiuta a "pulire" la lingua.

6.  Igienista: eseguire controlli regolari e periodiche sedute di igiene orale professionale.

Share by: