Risultati immagini per apparecchio ortodontico

L'ORTODONZIA è la specialità odontoiatrica che si dedica allo studio e alla terapia delle anomalie di sviluppo e di posizionamento della dentatura, delle ossa della faccia e della muscolatura annessa.

Gli obiettivi:

- allineamento corretto dei denti;

-salute dei denti e del loro apparato di sostegno;

- funzione masticatoria efficiente,

-buona estetica del viso;

- stabilità nel tempo dei risultati ottenuti alla fine.

L'APPARECCHIO PER LA TERAPIA ORTODONTICA FISSA, COM'E' FATTO?

Risultati immagini per apparecchio ortodontico

E' un sistema di attacchi ( bracket),  bande, tubi e fili metallici applicati direttamente sui denti al fine di spostarli verso le direzioni prestabilite. Generalmente è  posizionato sulla superficie esterna dei denti, verso le labbra e le guance, e, anche se esistono numerosi varianti, rappresenta il sistema più utilizzato, perchè affidabile e predicibile. In tempi più recenti, l'evoluzione nei materiali ha permesso di applicare i dispositivi anche sulla superficie linguale dei denti. Questa tecnica si chiama ortodonzia " linguale", (Sistema Incognito, www.incognito.net)

Risultati immagini per apparecchio ortodontico linguale

ed è apprezzata dai paziente perchè l'apparecchio non si vede. Alternative estetiche all'apparecchio linguale sono i  brackets in ceramica o materiali polimerici,

 che essendo bianchi o trasparenti si notano meno anche se posizionati sul lato esterno dei denti.

Negli ultimi anni è stata sviluppata una tecnica ortodontica che ha permesso di evitare l'applicazione di fili e attacchi sui denti. Questa si basa sull'utilizzo di una sequenza di  mascherine rigide e trasparenti, 

Risultati immagini per apparecchio all inn

realizzate su un'impronta delle arcate dentarie, che spostano i denti mentre vengono indossate. Normalmente, una mascherina deve essere indossata per 14 giorni, dopodichè la spinta si esaurisce e si deve passare alla mascherina successiva. Il vantaggio è che le mascherine sono praticamente invisibili, e si possono togliere per mangiare. Lo svantaggio è che si devono utilizzare regolarmente, senza lunghe interruzioni, pena l'allungamento dei tempi di trattamento o il mancato ottenimento dei risultati.  

Il mascellare superiore e la mandibola si sviluppano con la crescita aumentando di volume.

Il viso di un bambino è infatti più piccolo e rotondo rispetto a quello di un adolescente o di un adulto, poichè negli anni si sviluppa in lunghezza e larghezza.

Le direzioni di crescita delle ossa mascellari superiori ed inferiori sono influenzate dalle caratteristiche genetiche e in misura inferiore da quelle ambientali.

Talvolta i rapporti ideali non sono rispettati e la crescita può non essere armonica.

Nella I classe siamo in presenza di ossa che crescono con regolarità di sviluppo, il profilo è armonico, tendente ad essere rettilineo. Può essere definita come la classe ideale di riferimento.

Nella II classe il mascellare tende a crescere più velocemente della mandibola che spesso appare più corta, arretrata e ruotata all'indietro. Il profilo della faccia è tendenzialmente convesso.

Nella III classe il mascellare superiore non si sviluppa verso l'avanti in maniera proporzionale allo sviluppo della mandibola che risulta più lunga con il mento sporgente. Il profilo facciale è generalmente concavo.

Un paziente con MORSO APERTO (open bite) presenta un morso che non si chiude nella parte anteriore, e gli incisivi superiori non toccano gli inferiori, lasciando uno spazio.

Spesso collegato all'uso prolungato del succhiotto o alla suzione del pollice o ad un'abitudine viziata come la frequente interposizione della lingua fra i denti. Il morso aperto è infatti moto frequente nei bambini che prolungano l'uso del succhietto. Generalmente, alla sospensione del succhietto il morso aperto si chiude spontaneamente, senza interventi specifici dell'ortodontista. Altre volte il morso non si chiude spontaneamente e allora è consigliabile intervenire con una terapia ortodontica.

 

Un paziente con morso profondo (Deep- bite) presenta i denti insisivi dell'arcata superiore che coprono in maniera marcata gli incisivi inferiori.

In alcuni casi i denti incisivi inferiori possono estrudere in maniera tale da poter ferire il palato.

 

 

 


DOMANDE E RISPOSTE

 

E' corretto iniziare un trattamento ortodontico in bambini di 4 anni?

Dipende dalla malocclusione, quanto più grave tanto prima sarà necessario intervenire: un inizio precoce della terapia presenta alcuni vantaggi:

- il tempo ridotto di applicazione delle apparecchiature e, molto spesso, la semplicità dei mezzi da utilizzare

- il ritorno ad un normale condizionamento della crescita e delle abitudini viziate, ed a corretti carichi articolatori occlusali.

 

Quanto dura un trattamento ortodontico?

Non esiste una durata uguale per ogni paziente, la durata dipende dalla gravità delle malocclusioni.

 

Cosa succede quando finisce la terapia ortodontica?

Terminata la fase attiva del trattamento, con la rimozione dell'apparecchiatura ortodontica, viene normalmente consegnato al paziente un dispositivo di contenzione , fisso o mobile.

Questo ha lo scopo di stabilizzare i denti nella nuova posizione, dando tempo ai tessuti di sostegno del dente di adattarsi alla nuova situazione.

 

 

Esistono dei limiti di età per sottoporsi ad un trattamento artodontico?

E' idea comune che gli apparecchi ortodontici siano solo per bambini o per adolescenti. In realtà tutti i pazienti possono sottoporsi ad ortodonzia, poichè l'età adulta non rappresenta una controindicazione per il trattamento. Anzi, l'ortodonzia negli ultimi anni si sta specializzando sempre più nel trattamento dell'adulto, poichè la richiesta è diventata molto elevata. E' importante però che i tessuti paradontali (osso e gengive) siano sani, cioè che i denti siano ben fissati nell'osso. L' ortodonzia nell'adulto riveste anche un importante ruolo nel corso delle riabilitazioni protesiche e implantari.

 

Share by: